Il Mafalda Calcio domina, si addormenta ma vince lo stesso

MAFALDA. Pubblico un mio articolo apparso su termoli online al link http://www.termolionline.it/194545/il-mafalda-calcio-domina-si-addormenta-ma-vince-lo-stesso/

Torna la domenica, torna il calcio e sale la febbre per la partita di casa contro la diretta concorrente San Pietro in Valle. Il Mafalda calcio accoglie tra le mura amiche la squadra alto-molisana e lo fa come al solito, sotto le stesse note rock, con lo stesso pubblico caldo nonostante le temperature rigide, con la determinazione che l’ha contraddistinta dall’inizio di questo campionato di seconda categoria. La partita rispecchia le previsioni: equilibrio sostanziale per tutto il primo tempo con un paio d’occasioni nette per parte rivelatesi sterili. Il Mafalda è come una vecchia macchina diesel, ha bisogno di chilometri per riscaldarsi, per rodare i meccanismi ed il match odierno non fa eccezione. Sembra lo stesso copione delle scorse settimane, tutto fermo e teso fino a pochi minuti dal termine della prima frazione di gioco, precisamente al quarantatreesimo, quando un instancabile Giuseppe Fafà Di Pietro recupera palla e serve Long John Di Pinto che si gira e traffigge un portiere inerme, in realtà leggermente in versione paperino. La ripresa parte col botto. Passano cinque minuti e su cross di Simigliani la difesa del San Pietro commette un errore imperdonabile: ribattendo, il pallone finisce tra i piedi di Fabrizio che con le cannonate dal limite ci va a nozze. Mira, abbassa il corpo, spara e trafigge. Nemmeno due minuti dopo, Il Mafalda calcio è nuovamente sotto la porta avversaria. Su calcio d’angolo, uno stanco Mastrangelo pennella una palla preziosa sulla testa lucida ma micidiale Fafà Di Pietro che muggisce come un toro incattivito e incorna l’avversario inerme. Sul tre a zero la partita sembra chiusa e un apparente dormiente San Pietro in valle gioca quasi con rassegnazione. Il ritmo cala e calano anche le difese immunitarie di un Mafalda calcio che si adagia sul netto vantaggio; ma gli ospiti sono come un vulcano, colpiscono quando meno i padroni di casa se lo aspettano. Al sessantanovesimo minuto Fralaccio parte in contropiede per vie centrali ed infrange il muro inerme Nandi – Gabriele. Azione fotocopia all’ottantaduesimo quando però il muro non viene abbattuto ma abbatte l’avversario: calcio di rigore. Sul dischetto va Magiella che accorcia nuovamente le distanze e riapre la partita. Il finale è un inferno per i padroni di casa che si ritrovano sotto assedio e si chiudono in difesa. L’ultima occasione per il San Pietro arriva sempre con Fralaccio che mette il turbo ma viene steso da un ruvido Nandi costretto ad abbandonare il rettangolo di gioco in anticipo. Finisce tre a due per il Mafalda di mister Calvitti che, nonostante la sofferenza, fa tesoro dei preziosi tre punti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...