Una soluzione diversa è possibile, basta trovarla

MAFALDA. Negli ultimi anni piazza San Pio è diventata uno dei centri più frequentati del nostro piccolo comune. Per la verità, feste e manifestazioni religiose a parte, è sempre stato un punto di ritrovo soprattutto per le persone anziane che abitano nei dintorni e per quelli che frequentano il vicino circolo. Piazza San Pio è bella. Questo è fuori discussione: la pietra bianca, la fontanella, la statua bronzea, gli ornamenti e i fiori che spontaneamente persone devote hanno portato lì in segno di ringraziamento o per puro e semplice senso di appartenenza ad un gruppo religioso che al santo di Pietrelcina si richiama. Ma a piazza San Pio manca qualcosa. Chi l’ha vista nascere, chi l’ha vista ai suoi albori, non può negare che il suo splendore si sia pian piano affievolito man mano che i rubinetti della fontana venivano chiusi. Se questa piazzetta è un piccolo fiore all’occhiello, lo è anche per questa opera d’arte che, pur nella sua piccolezza, le dona un aspetto quasi regale, un ornamento sicuramente degno della grandezza del santo che li è rappresentato. Ci dispiace, e tanto, che per colpa di qualcuno, questo monumento sia ormai da anni abbandonato e non possa stupire, con quella cascata d’acqua sul muro di pietra, tutti coloro che sostano da quelle parti anche solo per una preghiera fugace. Capiamo anche le esigenze di chi difende l’incolumità del suo privato e siamo anche del parere che la sicurezza della propria dimora venga prima di ogni altra cosa. Quello che non capiamo è perché non si riesca a trovare una soluzione diversa dalla semplice e brutale chiusura del flusso idrico. Non stiamo parlando di un compromesso, perché un’istituzione pubblica non può e non deve scendere a compromessi con i capricci di un privato; stiamo semplicemente mettendo dinanzi agli occhi di tutti il fatto che una soluzione diversa potrebbe esserci e che è un peccato vedere un fiore privato dei suoi petali più luminosi. Forse i tanti anni passati a vederla così secca (è proprio il caso di dirlo) hanno sopito il nostro stupore iniziale, ma perché non provare a rimetterla in funzione (Jannacci ci perdoni per questa inutile citazione) per vedere lo strano effetto che fa? A nostro avviso potrebbe essere una bella riscoperta, magari anche per chi tra capricci e piagnistei preferisce il secco al bello.

Annunci

2 pensieri su “Una soluzione diversa è possibile, basta trovarla

  1. Concordo pienamente! Troviamo una soluzione per far funzionare di nuovo la fontana, da parte mia, come amministratore, c’è massima disponibilità.
    In tema di fontane, ti segnalo (ma so che lo sai) che c’è anche la fontana principale del paese da rimettere in moto…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...