Consiglio Comunale: il resoconto

MAFALDA. Quello di questa sera è stato un consiglio comunale dai toni pacati dove si è vista una maggioranza compatta e unita sul raggiungimento dei propri obiettivi ed una minoranza che si dimostra collaborativa. Tutto fila liscio senza discussioni per i primi tre punti all’ordine del giorno. Al quarto invece, che riguarda la ratifica di deliberazione di G.C. avente ad oggetto: variazione al bilancio di previsione esercizio finanziario 2015, qualche accenno alla discussione si è visto. Dopo la presentazione del Sindaco, a prendere la parola è il capogruppo di minoranza Montano il quale, dopo essersi complimentato con l’amministrazione per l’istituzione della sezione primavera, rivolge al Sindaco tre quesiti. Il primo è mirato all’ottenimento di chiarimenti riguardo la spesa effettuata dal comune per la formazione di un soggetto esterno assunto tramite una borsa lavoro; il secondo chiede informazioni dettagliate sul project financing per la realizzazione della nuova ala del cimitero ed infine il terzo diretto a sapere i tempi di assegnazione delle case popolari. A queste dichiarazioni segue la replica del sindaco Riccioni il quale, dopo essersi complimentato con gli esponenti della minoranza per il clima collaborativo inedito, dichiara: «Per quanto concerne la questione cimitero, posso dirvi che la convenzione è stata firmata solo giovedì scorso e i lavori partiranno non appena saranno trascorsi i sessanta giorni di tempo utili per la presentazione di un eventuale ricorso. Questo atto amministrativo rientra all’interno di una nostra precisa filosofia politica che vuole rendere quantomeno decoroso il luogo in cui riposano i nostri avi e si inserisce all’interno di un più vasto progetto di restauro che vede stanziati ulteriori ventimila euro per il rifacimento della cappella centrale. Per la questione della patente per lo scuolabus pagata a questo soggetto -continua Riccioni- vi posso dire che mi pare un atto stucchevole e pretestuoso quello di indagare sui motivi della spesa. Perché invece non si guarda al fatto che, dopo il pensionamento del vigile e l’utilizzo di queste persone in mobilità, il nostro comune ha risparmiato circa il 90% delle spese che aveva prima?». Infine il problema case popolari. «Poiché il problema è dovuto a dei ritardi del ministero -aggiunge- sono disposto, qualora non dovesse arrivare il collaudatore in tempi ragionevoli, a firmare un decreto d’occupazione d’urgenza, assumendomi personalmente tutte le responsabilità, per andare incontro alle esigenze di quelle persone che sono state indicate come legittimi beneficiari della struttura». Dopo l’ultima votazione, la seduta è stata sciolta ed il Consiglio è terminato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...