Questo Mafalda Calcio non si ferma più e guarda tutti dall’alto

BARANELLO. Pubblico il io articolo apparso su Termoli on line al link http://www.termolionline.it/195186/questo-mafalda-calcio-non-si-ferma-piu-e-guarda-tutti-dallalto/

Certe partite somigliano più ad una battaglia navale dove le mosse si succedono una dopo l’altra e ad colpo che va a segno segue immediatamente la risposta di un avversario che non molla mai fino alla fine. Quella di Baranello è stata una partita mai scontata, contro un avversario che tra le mura di casa fa la voce grossa, caccia gli artigli e si difende attaccando. Il Mafalda Calcio però, in queste occasioni ostiche, dimostra di essere una grande squadra, un gruppo di carattere e grinta che, anche quando non esprime il gioco migliore, tira fuori gli attributi e porta a casa il risultato. Al comunale di Baranello la partita non inizia nel migliore dei modi, complice un direttore di gara vittima del clima poco cordiale dello stadio. Nonostante il Mafalda parta bene con un paio di occasioni da gol nei primi minuti, al ventunesimo minuto, per un fallo di mano di Simigliani, l’arbitro fischia il calcio di rigore. Palla va in rete con un Chinni impotente che viene spiazzato. Qui però inizia il valzer. Ribaltamento di fronte dopo pochi minuti, Di Pinto viene steso in area da un difensore avversario ed il direttore di gara decide giustamente di pareggiare i conti con i tiri dal dischetto. Va lo stesso Long John Di Pinto che di prepotenza gonfia la rete e riporta il risultato sul pareggio. La partita diventa, da questo momento in poi, un continuo batti e ribatti, con occasioni da gol da entrambe le parti. Al ventottesimo è nuovamente la squadra di casa a tornare in vantaggio quando, da un cross sulla sinistra, arriva l’incornata del bomber baranellese che porta i padroni di casa sul due a uno. Il Mafalda calcio non ci sta ed inizia a reagire mostrando i muscoli in più occasioni. Il pareggio arriva dodici minuti dopo quando Fabrizio, svegliatosi dal letargo autunnale, pennella una parabola dal limite per le corna del toro Giuseppe fafà Di Pietro che svetta più in alto di tutti e la mette dentro. La partita procede nervosamente fino allo scadere fino a quando, nei minuti di recupero, il professore Mastrangelo getta in area una palla al bacio e, come il mito Chinaglia, Di Pinto si fa trovare pronto e porta gli ospiti in vantaggio. La ripresa inizia nuovamente con continui capovolgimenti di fronte. Il risultato torna in pareggio per colpa di uno svarione difensivo della squadra ospite che viene trafitta nuovamente in contropiede ma la festa, per il Baranello, termina pochi minuti più tardi al trentatreesimo quando, sempre su cross di Mastrangelo, Simigliani zittisce tutti, compreso se stesso, con un siluro dal limite che porta la partita sul definitivo quattro a tre. Nonostante un gioco manifestato a tratti sul campo, Il Mafalda calcio esce vittorioso da un campo bello e difficile, contro un avversario ruvido ed ostinato e si porta in vetta alla classifica guardando tutti con fierezza dall’alto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...