Emergenza maltempo: Riccioni spiega come la Provincia ha gestito la crisi

MAFALDA. Pubblico il mio articolo apparso su Termoli on line al link

http://www.termolionline.it/196106/emergenza-maltempo-riccioni-spiega-come-la-provincia-ha-gestito-la-crisi/

Passata la bufera, effettuati i dovuti interventi d’urgenza, è tempo di ragionare e di riflettere su quello che è accaduto e su come le nostre istituzioni si sono mosse per fronteggiare la crisi. Per capire meglio come tutto questo è stato fatto ci siamo rivolti al sindaco di Mafalda Egidio Riccioni che ha parlato volentieri e lo ha fatto non nelle vesti di primo cittadino ma in quelle di consigliere provinciale.

Sindaco partiamo subito senza fare tanti giri di parole. Fino a quando durerà questa situazione precaria?

In certi casi i tempi sono quasi sempre incerti perché non ci sono date precise. Posso dirvi però che è arrivata oggi una notifica dell’Anas che, con l’ordinanza 149 del 2015, ci informa del mantenimento delle condizioni attuali, per quanto riguarda la viabilità, fino al ripristino completo della normalità.

Com’è stata gestita dalla Provincia l’emergenza maltempo?

Con la chiusura al traffico della fondovalle Trigno si è pensato subito di dirottare il flusso dalle nostre parti in entrambe le direzioni. Nell’immediato non è stato facile, anche perché disagi alla circolazione si erano verificati anche sulla strada provinciale 81 che dallo svincolo risale fino al paese. Allora si è pensato bene di agire con una delibera di somma urgenza per ripristinare su questa arteria la normale circolazione dei mezzi e quindi il collegamento Tirreno – Adriatico. Nonostante il fondo stradale non sia dei migliori, colpa di negligenze passate, della mancata manutenzione ordinaria protratta nel tempo e di un gap politico che ha portato le nostre zone lontano dagli interessi di chi le gestiva, bisogna constatare con piacere che queste strade stanno mantenendo bene, almeno fino ad ora, un andirivieni di mezzi davvero importante.

Sono previsti interventi nell’immediato?

Nella zona gli interventi degni di nota sono essenzialmente due e riguardano le strade provinciali 81 e 163. Per la prima, che ricordo, collega la fondovalle con il mio paese, sono stati previsti interventi per una somma pari a 470mila euro mentre per la seconda, che parte da Civitacampomarano e giunge fino a Montenero di Bisaccia, la cifra sale fino ai due milioni di euro. Queste sono operazioni importanti ma che verranno realizzate nel tempo perché entrambe le somme sono ancora da appaltare. Ci sono però, e questo bisogna sottolinearlo, anche 150mila euro da investire immediatamente. La cifra è sicuramente insufficiente ma si riuscirà comunque a fare qualcosa di buono.

Infine mi permetta una domanda leggermente scomoda. Se fosse stato terminato il progetto della “Castellelce”, che è da circa venti anni è fermo, la situazione attuale sarebbe potuta essere gestita ancora meglio. Che fine hanno fatto i soldi dell’ultimo finanziamento? E soprattutto questa arteria di collegamento tra trignina e bifernina rischia di rimanere, com’è stata fino ad ora, una cattedrale nel deserto?

Non c’è ombra di dubbio che un’arteria così importante avrebbe aiutato ma stiamo ragionando con i se e con i ma. Torniamo invece alla realtà. Riguardo alla “Castellelce” posso semplicemente dirvi che la quasi totalità del finanziamento previsto, che se non ricordo male si aggirava intorno ai 23 milioni di euro, è stata stornata dalla regione Molise, nonostante la Provincia si pronunciò contro con un voto in Consiglio, ed indirizzata verso le realizzazione della famosa metropolitana leggera. Ad oggi sappiamo che di quella cifra iniziale sono rimasti soltanto due milioni di euro che serviranno per la pulizia ed il ripristino del tratto già esistente ed altri 400mila euro che saranno utilizzati per effettuare nuovi sondaggi geologici perché il progetto originario, che prevedeva un viadotto, è stato modificato.

Andrea Mastrangelo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...