Il Psr tour di Facciolla: cronaca della tappa mafaldese

MAFALDA. Il Psr tour dell’assessore regionale all’agricoltura Vittorino Facciolla fa tappa anche nella nostra piccola Mafalda. L’evento, organizzato dall’amministrazione comunale, ha avuto luogo nel tardo pomeriggio di ieri quando, alla presenza del Sindaco Riccioni, del capogruppo di minoranza Montano e di una sala consiliare gremita ed interessata, l’assessore ha illustrato minuziosamente e nei dettagli il nuovo Piano di Sviluppo Rurale Regionale e come esso è venuto alla luce. Facciolla ha esordito sottolineando il carattere rivoluzionario del nuovo Psr, nato in Molise, scritto e studiato da cinque tecnici molisani e diventato modello non solo in Italia ma anche all’estero. Dopo un’attenta analisi del territorio e delle sue potenzialità, la parola d’ordine è stata quella della “semplificazione” con l’obiettivo di rendere il testo normativo ed i bandi relativi accessibili a tutti, anche ai meno esperti. Dei diciannove obiettivi iniziali richiesti dal decisore europeo, sette sono stati scartati perché ritenuti inadatti allo status quo dell’agricoltura molisana; ne restano quindi dodici sui quali sono stati stanziati circa duecentodieci milioni di euro divisi, in base alle richieste del territorio stesso, in diversi punti programmatici. I più importanti, in armonia con i dettami della Pac, sono: i giovani al primo insediamento, ai quali spetta una somma di settanta milioni di euro; il miglioramento aziendale, rivolto esplicitamente alle imprese di medie dimensioni tipiche dell’economia agricola molisana; ed infine il biologico, al quale è stata riservata la cifra di diciotto milioni di euro. Infine, un ultimo accenno è spettato alle date, fondamentali per chi volesse usufruire dei fondi previsti: dal 2 luglio scorso, momento in cui il Piano è stato approvato, passando per il 28 luglio in cui a superare il vaglio delle autorità europee sono stati i bandi, si giunge direttamente ad una scadenza lunga, volutamente spostata per agevolare ulteriormente le possibilità di manovra, prevista sempre per il mese di luglio ma del prossimo duemilasedici.

In conclusione, terminata la cronaca dell’evento, ci sembra doveroso fare un piccolo appunto. Non per essere critici o per prendere le difese di una o l’altra parte, ma, in certe occasioni, sarebbe opportuno concentrarsi sul bene comune del paese, tralasciando le inutili, insensate e stupide scaramucce da bassa politica; il traguardo è e deve essere comune, al di là delle appartenenze, e questo punto d’arrivo ha un solo nome, quello della NOSTRA Mafalda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...