Alla stupidità umana non c’è limite

MAFALDA. Alla stupidità umana non c’è mai limite. Queste sono le uniche parole che ci vengono in mente dopo il comunicato stampa che i volontari della Protezione Civile del nostro paese ci hanno inviato. Sarebbe inutile dilungarsi ancora con le parole; queste non bastano per descrivere lo schifo che alcuni facinorosi maiali (non ci sono parole migliori) hanno deciso di mettere in pratica per rimediare alla maledetta noia. Vi preghiamo gentilmente di leggere il comunicato che allegheremo di seguito e soprattutto di guardare le immagini perché la pazienza sta finendo e agire diventa sempre più necessario.

“I volontari della Valtrigno Protezione Civile di Mafalda, nel normale servizio di controllo del territorio comunale segnalano l’ennesima birichinata, bambinata, monelleria, marachella, sciocchezza, leggerezza. Alcuni stupidi annoiati hanno imbrattato con vernice spray sia le mura della cappella di S. Nicola sia i giochi all’interno parco Colle Renazzo sui quali hanno dato vita a graffiti di dubbia decifrazione e scritte volgari. Sempre i volontari delle Protezione civile hanno ritenuto opportuno avvisare dell’accaduto il parroco Don Nicolino Calvitti il quale è rimasto senza parole alla vista della chiesa imbrattata. Nonostante l’impegno delle forze dell’ordine che vigilano sulla comunità con l’attenzione necessaria, i vandali hanno preso di mira soprattutto lo scivolo, diventato tabula rasa da imbrattare con la vernice e, come se non bastasse, hanno insudiciato il chiostro adibito alla vendita degli alimenti ed il piccolo edificio dei servizi igienici.

Questi “grandi ragazzi” non soddisfatti hanno trasformato anche il prato e le panchine in delle discariche a cielo aperto in cui abbandonare residui di cibo, bottiglie di plastica e di vetro e cartoni. Le immagini che fanno riflettere. Sono foto scattate da noi volontari della Protezione Civile per raccontare, ancora una volta, l’insensato vandalismo riversato contro il nostro paese e culminato con la distruzione della fontana che, per cause “sconosciute” adesso non funziona più. Non possiamo mai dimenticare gli atti contro la nostra sede operativa di Protezione Civile (Ex mercato coperto) dove sono state distrutte sia la bacheca che la cassetta della posta. Con questo comunicato vogliamo denunciare il nostro essere basiti per la mancanza di rispetto che alcuni nostri concittadini nutrono nei confronti della comunità.

 Lì, Mafalda 2016-01-02

Il Presidente pro-tempore

Nicola  D’ALETTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...