Censura? No, rispetto delle leggi

MAFALDA. Vittoria numero due. Qualche giorno fa (arriviamo a scrivere solo oggi perché l’incendio nel bosco di Dogliola era la priorità) siamo venuti a conoscenza del fatto che il graffito famoso sul muro di un’ormai celebre casa in via dei Colli, dopo le dovute segnalazioni e dopo il nostro articolo pubblicato al seguente link

https://lavocedimafalda.wordpress.com/2015/11/14/noi-tifiamo-mafalda-tie/ ,

è stato rimosso. Ricordiamo che la nostra era pura e semplice ironia ma ribadiamo anche che, chi ci aveva segnalato l’opera d’arte, aveva tutte le carte in regola per denunciare l’episodio, visto che il quadro post-futurista è stato realizzato in pieno centro storico il quale soggiace, in materia di decoro pubblico, ad un preciso piano colore che non prevede certamente l’espressione libera del tifo da stadio. Questo è stato un vero atto di buon senso e va riconosciuto come tale, quindi il nostro plauso va all’intelligenza del proprietario che, messe da parte le sane e dovute passioni calcistiche, ha deciso di oscurare l’affresco incompiuto e di ritornare a rispettare in pieno un regolamento che c’è e detta legge, anche se non si vede tutti i giorni. Ci dispiace per questo provvedimento che sa un po’ di censura ma l’artista capirà che non era proprio il caso e che, al prossimo art attack, sarebbe più opportuno utilizzare la carta piuttosto che il muro. Infine ci sembra doveroso ribadire che, nonostante questo, noi continueremo sempre a tifare Mafalda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...